Corsa

Building momentum

88 ore di allenamento fino ad ora in questo 2019, per un totale di 94 attività svolte, tra corsa, bici, nuoto e palestra. Poco più di 7 ore alla settimana che inizieranno ad aumentare per costruire la forma necessaria per affrontare l’Ironman. Questo weekend è stato carico. Sabato mattina 85 km in bici a 31km/h di media e Domenica mattina 33km di corsa a 5:34 al km. Ottime le sensazioni alla fine di ciascuna sessione. Veloci…

Read More

Ci vogliono gambe, energia, uno stomaco fermo e la testa a posto.

E si può comunque fallire. Ma come si cade, poi ci si rialza Ciao Ernesto, qualche settimana fa ti abbiamo portato per la prima volta sull’aereo. Siamo andati in Sicilia. A Palermo. 20 gradi, panino con la milza, cannolo e una casa presa in affitto per tre giorni con vista sui tetti della città. In pieno centro. Tutto organizzato per permettermi di affrontare l’ultima gara della stagione, la Maratona di Palermo. 42 km alla scoperta…


Deejay 10: una festa e due frustrati

Deejay 10 2018: una festa e due frustrati La festa inizia con una piazza colorata di acqua marina. La mattina inizia qualche ora prima, sulla Martesana, a macinare chilometri prima di arrivare in Duomo. Oggi il programma ne prevede 33. La Martesana Non servono iperboli per raccontare la ciclabile sul naviglio che raggiunge Cassano, ma non resisto alla tentazione. Perché appena lasciata alle spalle via Padova la città si sfilaccia ed appaiono sorrisi e persone…


Imprevisto e motivazione

Non era preventivata, ma sai che c’è? C’è una gara! Ed allora si parte. Deiva Marina, 2 settembre. Un chilometro in piano e poi in salita su sentieri di marmo. Si sale, ancora un po’, senza pietà. Un gruppo di corridori che si assottiglia fino a formare una lunga coda. Lucertole sotto l’ultimo strascico d’estate. E si sale. Poi d’improvviso la picchiata. Il sentiero curva ogni 10 passi, si tuffa e spiana, si scrolla di…


Primo di una speciale classifica

La faccia assonnata è il segno evidente di una sveglia all’alba. Perché la domenica della Stramilano coincide con il primo GP di F1. E allora, a punta di piedi, raggiungo il divano e accendo Sky sul computer. I semafori rossi si spengono, e parte la gara. Dopo 90 minuti con qualche sobbalzo e la soddisfazione di vedere la Ferrari vincere, inizio a prepararmi per la mia corsa. Barretta, banana, caffè, vestizione, bagno, saluti, abbracci. Gabriele…


Personale

Grazie ad un compagno di squadra del Cassinis ho corso 10k a 4:35. Mai successo prima. Record personale come testimonia Strava. Non c’è che dire. Contento e battiti a 180!


Si sale e si scende: Carate tra il verde e l’antico

Inizia la stagione delle Tapasciate. E quella di Carate è una che terrò in calendario anche per l’anno prossimo. Si sale, tanto. Si scende, troppo. Tra ville, parchi, sentieri e strettoie. Non è fatta per correre al ritmo usuale, ma per mettere in gioco i polpacci. E l’organizzazione è eccezionale. Ottimi punti di ristoro e ricca colazione. Giornata di riposo, quindi corro “solo” 17km. Domenica prossima mi aspetta il lungo da 35km. Firenze si avvicina….



Corriconenergia: ecco una tapasciata fatta bene

Mangiare pasta e fagioli alle 10 di domenica mattina bevendo vin brulé. Questo è il senso della vita. Certo, prima ci siamo sciroppati 15 km di corsa lungo l’Adda in una delle corse dal paesaggio più bello che abbia mai visto. E l’altro fratello, quello ancora più piccolo, che gioca a calcio e fa l’attore, corre. A 3 km dall’arrivo ne aveva ancora per staccarmi e andare a vincere con un minuto. Chapeau! Non c’è molta…



La Maratona di Milano

Questa volta non ci saranno problemi. La Maratona la corro. Ho saltato Venezia, ma Milano non si tocca. Mi allenerò con le tabelle dell’amico bravo, che prevedono i famosi allenamenti lunghi e lunghissimi. Fino ad ora ho corso al massimo la mezza, e solo una volta. Sarà una sensazione tutta nuova, speriamo che vada bene. Elenco delle cose da fare: Comprare scarpe nuove Comprare cintura porta borraccia/gel per gli allenamenti lunghi Inserire le tabelle degli…


In Gir a la Cava 2016

Sottotitolo: prosecco e corsa non vanno bene insieme. Si, dopo un sabato sera a base di prosecco alzarsi alle 7 di mattina per andare a Peschiera non somiglia per nulla ad un modo intelligente per iniziare la giornata. Eppure ce l’abbiamo fatta. I 10 minuti di macchina per arrivare alla partenza sono un incubo. Ma alle 8 sono puntualissimo al banco registrazione. Tempo di lasciare la borsa e bere un po’ di the e l’hangover…


Fuori la Maratona, dentro le altre corse

Non ho fatto la Maratona di Venezia. Farò quella di Milano. Purtroppo il mio certificato medico per il triathlon non è accettato per fare le maratone. Quindi dall’anno prossimo avrò anche il certificato Fidal, oltre che Fitri. Da qualche giorno sono in costante controllo di podismolombardo e podismo.net, siti che riportano tutte le corse intorno a Milano. Domenica corro con il fratello bravo il Trofeo Montestela (10km). Facciamo la non competitiva sempre per questioni legate…


Il più grande spettacolo

70 km in bici, la Deejay 10, il record personale sui 10km, i cesti di polenta con porcini, cervo, pancetta, i pizzoccheri, il vino buono, il braulio al baretto in montagna, i ballerini che impazziscono sotto la pioggia e poi cantano le canzoni di una volta con i vecchietti in latteria. Tutto in un weekend. Fatto. Inizia con 70 km di allenamento verso Melegnano con l’amico bravo, media “chiacchiera” all’andata, sostenuta al ritorno. E poi,…


Should I stay should I go

La domanda che io, Alice e mille altre persone ci siamo chiesti in coda per ritirare i pettorali della Color Run. E poi ancora in coda per partire. In totale circa 2 ore e mezza di coda per fare una 5km. Null’altro da raccontare sulla Color Run, a parte, per fortuna, un sacco di Coca Cola gratuita alla fine, della birra analcolica e Rovazzi.


Breaking news: è crisi!

AMSA – Milano, ore 13:05 circa del 1 giugno. Crisi per l’atleta semplice. All’ottavo km si è dovuto fermare causa mal di testa e nausea. Il team medico di supporto ha confermato ai giornalisti che verranno fatte delle analisi per capire l’origine di questo malessere. Sicuramente già dalla partenza qualcosa che non andava si era visto. La scelta di “tradire” il Parco Lambro e dirigersi verso la ciclabile della Martesana aveva lasciato a bocca aperta…


Meno 7

E si inizia ufficialmente la stagione del Triathlon. Tra 7 giorni a Milano, tra l’idroscalo e Segrate, dovrò rompere di nuovo il ghiaccio con la Zona Cambio, la partenza e il cuore a bomba. Nel frattempo tanti allenamenti con in testa Sirmione e i suoi tempi limite. Sabato tirata in bici di 50 km all’aria. Una crono fatta a tratti con il fiatone. Ieri la mitica corsa dei 2 parchi, con ancora l’acido lattico nelle gambe…


Sembrava impossibile

Il colpo di cannone non l’ho sentito, perché partivo dalla prima zona di cambio, ai 10km. Quando arrivo a Pagano c’è già un sacco di gente ed i primi maratoneti che passano. Grande festa. Fischi, urla, saluti. Tutta Milano appartiene a chi corre. Inizio un riscaldamento blando e mano a mano che passa il tempo sale la tensione. E’ vero, non dobbiamo più accompagnare l’amico bravo, perché i maratoneti sono partiti 30 minuti prima. Però…


Arrivare a 5:00min/Km

Siamo quasi arrivati alla Milano City Marathon. Per chi non lo sapesse, è possibile correrla in team da 4. Ognuno fa 10 km. Se fosse tutto qui, sarei a posto. Invece ecco il trucco. Un nostro amico, quello bravo, fa la maratona completa. Da 42 km. E staffettisti e maratoneti partono insieme. Quindi il nostro team si è impegnato a correre di fianco all’amico bravo. Ancora, se fosse tutto qui, sarei a posto. Invece ecco…


Stramilano

Stramilano. E’ una tradizione per i 62mila partecipanti. Sole e traffico. Il giro è quello classico, con una variazione all’inizio che ci costringe a camminare per i primi 2-300 metri. Correre dritti è impossibile nei primi km. E’ tutto uno zizzagare a destra o a sinistra, dipende dove vedi un buco per passare. Sali e scendi dai marciapiedi, corri nell’aiuola. Poi San Babila, Palestro, Porta Venezia, 5 Giornate, Darsena, San Vittore, Le Gemelle, Parco Sempione…


Inizia la stagione a taralli vino e pecorino

Domenica inizia la stagione. Purtroppo impegni di lavoro e poco allenamento mi han fatto saltare il primo appuntamento. Ma l’estate è lunga, meglio una gara in più a Luglio che una tirata a Marzo. Domenica si inizia con un classico, la Stramilano da 10km. L’obiettivo è finirla in 50 minuti. Ed è un obiettivo importante perché alla Maratona di Aprile, dove corro la staffetta, dovrò accompagnare per 10km l’amico bravo, quello che di km ne…


Riassunti, cocktail e Roma

Su un treno da Roma cerco di trovare la quadra di questo mese di allenamenti. Ho corso abbastanza. Qualche dolorino di troppo alle ginocchia. Però è stato un buon mese. Insieme agli allenamenti ci sono stati i viaggi e il primo “lungo”. Inoltre abbiamo iniziato la stagione dei “cocktail camminati” sui Navigli. Uscendo dalla metro di Porta Genova prendiamo un cocktail d’asporto da un amico che viene dall’isola d’Elba (che fa cocktail molto molto buoni) e iniziamo a…


Figurine, Airbnb e Idroscalo

Viaggiando per lavoro, le scarpette sono sempre nella valigia. Così riesco a collezionare tracciati e allenamenti da tutto il mondo. Una piccola motivazione in più per uscire di casa e sudare. Oggi a Milano, domani a Parigi, dopodomani in Scozia. Scozia. C’è un detto, ad Edimburgo. Dovunque tu vada, comunque tu ti muova, la strada è sempre up hill. Vai correndo e si sale, torni verso casa e si sale. Sempre e solo salita, qualche…


Torcicollo e Frequenza

La prima settimana di Febbraio si apre con un torcicollo da paura, che mi costringe a non allenarmi. La mia condizione è davvero pessima, più o meno come riportato in questo ottimo documentario. Però nei giorni scorsi ho scoperto una cosa importante. La cadenza. Ho sempre pensato che la frequenza dei passi e la lunghezza della falcata durante la corsa fosse qualcosa da decidere in base alle sansazioni del momento. Invece a quanto pare consigliano…


Corri mona!

Giovedì sera primo allenamento di 10 km con Fabio, con cui correrò la Maratona di Venezia. Sempre Parco Lambro, giro lungo ripetuto qualche volta con allunghi e tratti più tranquilli. L’idea della Maratona di Venezia ci è venuta il 24 Dicembre, durante la cena per senza tetto e rifugiati al centro di assistenza in Stazione Centrale. La scelta è caduta su Venezia quasi a caso. E’ abbastanza “in là” per permetterci di allenarci (ottobre), ed è…


Un non velato messaggio

Caro Milanosport, piscine e strutture son belle, il personale è gentile e gli spogliatoi rotti del Saini molto romantici. Qui da piccolo facevo finta di star male per non buttarmi in acqua. Ora sono conosciuto (da almeno 2 persone) come “lo squalo della Mincio”, (ma sono profondamente innamorato del Saini). Caro Milanosport, dicevo, vorrei presentarti la tessera dei centri ricreativi di New York. 75 dollari per 6 mesi. Accessi a piscine, palestre, campi da basket,…


Pericoloso calo di zuccheri

Mi sono impuntato che devo perdere un po’ di peso. Perché mio fratello è più alto e più leggero. Allora pranzi veloci e tanti pinzimoni. Ma c’è un problema evidente. Senza energie si fa fatica a correre. E al culmine della fatica la vista di sfuoca, i contorni diventano meno definiti, i colori più tenui e… CAZZO FAI!!! Un camion Bartolini a tutta velocità per le stradine del Parco Lambro!!!! E io che mi stavo…


La bici del Tommaso, ha un buco nella gomma!

Eh si, proprio vero. Il Triathlon di Cremona rimarrà nella mia storia da atleta semplice come quello della foratura. Prima foratura in assoluto con la bici da corsa, durante una Gara! Che sfiga! L’attesa per questa gara era durata tutti i mesi spesi a New York. Allenamenti costanti per arrivare in forma e battere il fratello. Il giorno della gara, come al solito, partiamo la mattina presto da Milano e arriviamo con largo anticipo al…



Le mie nuove scarpe

A Natale è arrivato un regalo inatteso e molto apprezzato: un buono per la Decatlhon. Quindi ieri ho provato TUTTE le scarpe da corsa che c’erano al nuovo Decatlhon di Segrate. Provate nel senso che correvo per i corridoi, con Alice che si nascondeva e faceva finta di non conoscermi. La mia scelta è caduta su un paio di Nike pesantemente scontate. Sostituiscono le mie scarpe gialle, che dopo 10 mesi di servizio vanno onorevolmente…


Primi allenamenti dopo le feste

Riprendere dopo le feste non è facile. I kg di troppo si fanno sentire sull’andatura e sulle ginocchia. Ed è pure arrivato il freddo intenso. Insomma, mettersi i pantaloni ed uscire richiede uno sforzo di volontà più grande. Anche perché fuori è buio e corro per le strade di qualcosa che assomiglia di più al bosco di Cappuccetto Rosso (e che invece è Parco Lambro). Il barbiere mi ha detto che quando correva lui il parco era…


NYC, Hudson e Donald Trump

Quest’estate mi sono allenato in riva al fiume Hudson, sulla magnifica ciclabile che passa di fianco e attraverso i Piers. Ogni giorno decidevo se correre verso nord, fino alla Portaerei ancorata dopo gli eliporti, o verso sud, verso la Freedom Tower, passando per i campi da tennis e alcune tra le più belle palestre al mondo. E’ un ricordo colorato di arancione e azzurro sottile, visto che correvo quasi sempre tra il tramonto e l’imbrunire….


Il più bello

Non è una gara di bellezza ma il racconto della gara più bella, a Borgio Verezzi, ridente località ligure stretta tra nomi più altisonanti. Partenza molto presto la mattina da Milano, colazione abbondante fatta di panini, crostatine, the ed acqua. Arriviamo in località Borgio Verezzi che la ZC non è ancora pronta. Andiamo a registrarci e ci accolgono con un “ah.. ecco i due fratelli…”. E già sorrido. La giornata è ancora estiva, ma siamo già…


La mia checklist

Ogni atleta semplice deve avere una semplice checklist, per ricordarsi tutto ciò che gli serve (e anche ciò che può lasciare a casa) quando si allena o quando parte per una gara. Per le corse da 10km la mia checklist è molto semplice: le scarpe per correre le indosso subito, così come i pantaloni (lunghi o corti che siano), maglietta e giacca. Ma fin qui penso che siamo tutti allineati. Se parliamo di allenamento allora si…


A piccoli passi

Se vi è capitato di leggere il motivo per cui scrivo questo blog, capirete anche il titolo. Per diventare un atleta semplice si passa da obiettivi semplici ed entusiasmanti. La DJ Ten a Milano è uno di quegli appuntamenti a cui non puoi mancare. Vale la pena allenarsi un pochino solo per correre questi dieci km in centro. E immagino lo stesso possano dire a Firenze e a Bari (lo confesso, sono drogato di Radio DJ)….


Battere mio fratello

Uno degli obiettivi di quest’anno è battere mio fratello. Lui è quello bravo, forte, veloce e sportivo. E se ancora mantengo un po’ di vantaggio nel nuoto, nella bici e nella corsa mi passa a doppia velocità. E’ più giovane (2 anni), più alto (5 cm) e più magro. Insomma, troppo perfetto per continuare a vincere. Fino a quest’anno siamo stati nella stessa squadra, dall’anno prossimo gareggerà per una squadra francese (si è trasferito a…


In Gir ala Cava

La mia partecipazione all’edizione 2015 de In Gir ala Cava non ha lasciato traccia alcuna nella cronaca di podisti.it. E non poteva essere altrimenti, visto che ho corso la non-competitiva. Per la prima volta corro 12 km. Mi approccio alla corsa con molta preoccupazione, il freddo è intenso. Tolgo e metto la giacca più volte. Cerco un bagno per pisciare, ma gli spogliatoi maschili sono chiusi. Quindi o faccio la fila con le donne o approfitto…


Running is the new smoking

Un post è dovuto alla scelta di chiudere con le sigarette. Se non siete fumatori, passate oltre. Se lo siete, non vi preoccupate. Nessuna ramanzina ne “consiglio utile”. Appena prima di iniziare la 10 km dei Due Parchi di Milano – Maggio 2014 – ascoltavo Fabio Volo su Radio DJ (al tempo fumano ancora). Diceva che da non fumatori si sta meglio. Grazie e arrivederci. Certo si sta meglio per mille motivi. Il migliore dei quali,…


C’è sempre una prima volta

Ecco la prima volta. Il primo Triathlon. Potevo scegliere tra mille fotografie, scattate da Alice che pazientemente mi ha accompagnato fino ad Asola. Ma questa è la migliore. Sto guardando la partenza e le prime vasche di quelli bravi. Da bambini tutti noi ci siamo trovati nella stessa situazione, misto di ammirazione e terrore. Assolutamente inadeguati rispetto alla situazione ma affascinati, tanto la lasciar cader le braccia e rimanere in fissa. Cosa passava per la mia…