Figurine, Airbnb e Idroscalo

Edi

Edimburgo

Viaggiando per lavoro, le scarpette sono sempre nella valigia. Così riesco a collezionare tracciati e allenamenti da tutto il mondo. Una piccola motivazione in più per uscire di casa e sudare. Oggi a Milano, domani a Parigi, dopodomani in Scozia. Scozia. C’è un detto, ad Edimburgo. Dovunque tu vada, comunque tu ti muova, la strada è sempre up hill. Vai correndo e si sale, torni verso casa e si sale. Sempre e solo salita, qualche breve discesa e pochissimo, quasi inesistente, percorso piano. Anche la famosa Royal Mile è in salita. Che tu scenda o salga, è in salita. Edimburgo, voto 7/8.

New York

New York

Airbnb host, voto 4. Questa è la prima volta che una esperienza in Airbnb può essere definita creepy. Altre volte è stata pauraedelirio (New York 2014), quihannoammazzatoqualcuno (Londra 2015) e villettadaincuboincalifornia (San José 2014). Edimburgo 2016 vince il titolo creepy perché il mio host alle 7 di sera si siede sul divano, al buio, e ascota la musica, guardando fuori dalla finestra. Alle 10pm è nella stessa posizione. Anche alle 7am, il mattino seguente, è nella stessa posizione. Identica… See you man.

Londra

Una volta tornato a Milano sono andato a fare un “lungo” all’idroscalo. Allenamento da 15 km la domenica mattina mentre piove. Direi un classico per i podisti seri, un po’ meno per i principianti come me. I 2 giri e un pezzo dell’anello li ho fatti in compagnia. L’amico bravo è arrivato di corsa e se ne è andato correndo. Lui di km ne ha fatti 31. Un ritmo buono (5:30), considerato che abbiamo parlato tutto il tempo. E se corro chiacchierando a questa velocità per 15 km, ho buone speranze di chiudere una gara da 10km sotto i 50 min per la prima volta. Se non fosse per un fastidioso dolore alle ginocchia. Mannaggia ad Edimburgo e alle sue salite!

 

 

Be the first to comment on "Figurine, Airbnb e Idroscalo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*