Battere mio fratello

Uno degli obiettivi di quest’anno è battere mio fratello. Lui è quello bravo, forte, veloce e sportivo. E se ancora mantengo un po’ di vantaggio nel nuoto, nella bici e nella corsa mi passa a doppia velocità. E’ più giovane (2 anni), più alto (5 cm) e più magro. Insomma, troppo perfetto per continuare a vincere. Fino a quest’anno siamo stati nella stessa squadra, dall’anno prossimo gareggerà per una squadra francese (si è trasferito a Parigi per lavoro). Punto sul fatto che mangerà cibo poco salutare (ma non ci credo troppo), e allo stesso tempo spero si alleni il più possibile così da metter su una bella gara.

20150927_01167Dove fa davvero la differenza è nel ciclismo. Io ho alle spalle 6 mesi scarsi di uscite in bici, che si traducono in forse 15-20 allenamenti totali! Lui qualche anno di ciclismo agonistico. La cosa più imbarazzante quanto ci alleniamo insieme è quando facciamo “la volata”. Io spendo tutto quello che ho e genero la velocità massima di 42 km/h e lui grida. Ha fiato per gridare! E non solo, quando mi supera lo fa così, in mezzo secondo. Non c’è neanche un momento in cui siamo testa a testa. Come quando passiamo una macchina parcheggiata in doppia fila. E siccome poi a preso velocità, a me tocca inseguirlo. L’ultima volta ci ho messo 5km prima di riprenderlo.

Ma quest’anno tocca a te, caro fratellino. La nostra super sfida da atleti semplici è incominciata (che tu lo sappia o no). E questa volta sarai tu a sentirti una macchina parcheggiata, col freno a mano tirato, pure!

Be the first to comment on "Battere mio fratello"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*