A testa bassa

Giù la testa

Non solo per rimanere aerodinamici,

ma anche per non farsi impallinare dai cacciatori. Perché i campi fuori Milano sono apparentemente pieni di quaglie e fagiani. Speriamo che non mi confondano. O meglio, speriamo che non sparino ad altezza strada, che qui corre dietro una siepe. Colpi di fucile. Alla faccia della motivazione.

Tra qualche giorno andrò dal ciclista per studiare la posizione in bici per l’Ironman.

Posizioneremo le appendici e cercheremo di capire come massimizzare il consumo energetico e la comodità. Non sono sicuro di che cosa aspettarmi. Ma sicuramente la curiosità è molta.

Low energy in training.

La mattina dopo il giro in bici ho fatto 20km di corsa. Il passo è stato di 5:15. Avrei voluto arrivare più fresco alla fine. Inizio ad avvertire stanchezza. In più “winter is coming”.