Deejay TRI Olimpico – PART 2 –

La frazione in bicicletta è fatta di scatti a più di 45 km/h e di passaggi sui dossi dentro alla IBM, dove la velocità scende e si riesce a mangiare qualcosa. Mi attacco a diversi gruppi, per poi perderli costantemente ai giri di boa, arrivando spesso dietro a quelli che aprivano il buco. Per due o tre volte scatto per ricucire, fino ad avere il fiatone. Sforzi spesso vani perché venivo ripreso da quelli che avevo superato di slancio ma che in progressione non tardavano a riagganciarsi. Ma sentivo la gamba buona, e la ruota della bicicletta scodare, quindi non mi sono risparmiato. L’ultimo giro mi sono posizionato comodamente dietro ad un terzetto che viaggiava sui 36 km/h e sono rientrato. Rispetto a Sirmione questa frazione di bici è stata più che altro una lotta a non cadere. Troppi i rallentamenti e troppo noioso il tracciato da ripetere 4 volte. Una cosa da migliorare per la prossima edizione.

Sicuramente è andata meglio del previsto, perché, come scopriremo l’indomani,  il fratello bravo, partito 2 batterie dietro di me, non riesce a raggiungermi in bici. Guadagna si, ma non abbastanza da raggiungermi. Al netto di ciò che ho guadagnato a nuoto, inizio frazione di corsa con solo 1 minuto e mezzo di svantaggio. A saperlo, non mi sarei messo a sistemare la muta in ZC, perché mi sembrava fuori posto (ho perso una ventina di secondi prendendomela comoda).

Infilo le scarpette da corsa e sono felice e curioso. Voglio dare 10km a ritmo sostenuto. Inizio e per il primo km le gambe girano strane, seppur veloci. Piazzo un km sotto i 5min/km e poi, con costanza quasi maniacale, infilo una serie di km a 5:05min/km. Trovato il ritmo, il resto è un gioco da ragazzi. Bevo alle zone rifornimento (ben posizionate). Acqua e sali senza esagerare. Mangio un gel ai 5km e poi mi godo gli ultimi km di questa giornata perfetta. All’arrivo salto e raggiungo l’amico bravo (arrivato 12 minuti prima) e aspetto il fratello, che passa il traguardo dopo solo 9 minuti e qualche secondo.

E così, per la prima volta, battevo il fratello, per poco più di un minuto!

La rivincita è a Parigi, il 2 luglio!

 

 

 

Be the first to comment on "Deejay TRI Olimpico – PART 2 –"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*